Slogan Viaggi Nelle Marche

Conosciuta come la regione dei cento teatri, le Marche ospitano un prezioso nucleo di teatri storici, arrivati fino ad oggi recuperati e conservati in maniera egregia, grazie all'opera imponente di restauro messo in atto dalla Regione. Sono gioielli architettonici, vere opere d'arte che spesso ospitano eventi importanti: una cornice ideale, una montatura superlativa dove incastonare l'arte viva, con rassegne teatrali o musicali.

Nei tempi passati, fra Settecento e Ottocento, ogni comune aveva il suo teatro, luogo di aggregazione per tutti i ceti sociali, non solo punto di riferimento per lo spettacolo. Nel 1868 furono censiti ben 113 teatri sparsi per le Marche e oggi ne rimangono ben 71, aperti al pubblico e più della metà inseriti nel circuito artistico. Un patrimonio culturale che tutte le amministrazioni stanno valorizzando, perché sono già loro stessi motivo di visita come opere d'arte.

Dalle imponenti architetture, ai vividi affreschi, fino allo sfoggio dei sipari che possiedono un alto pregio artistico e spesso realizzati da grandi artisti. Ogni teatro ha una storia differente, ma rimane strettamente legato alle vicende della sua terra marchigiana. La regione offre, agli occhi del visitatore e del pubblico in platea, gli spettacoli straordinari di ampi teatri maestosi o minuscoli capolavori che si percorrono in pochi passi: tutti posseggono dettagli preziosi e un carattere inconfondibile, un marchio d'arte.



Teatro Pergolesi - Jesi (AN)

Il Teatro Pergolesi rientra nel novero dei 'teatri di tradizione'. Unico in Italia a non trovarsi in un capoluogo di provincia, appartiene a quell'insieme di teatri che posseggono la caratteristica comune di un radicamento in aree del territorio dove è forte una tradizione artistico-culturale. Noto per la proposta artistica di qualità, in cartellone vengono inseriti sempre produzioni liriche di prestigio, con un occhio di riguardo per la tradizione storica e musicale.

Teatro Ventidio Basso - Ascoli P.

Il Ventidio Basso è uno dei teatri storici marchigiani e, seppur presentando caratteristiche neoclassiche, rappresenta la continuità in una tradizione culturale che dura da millenni e che inizia col teatro romano. Hanno calcato il palco artisti famosi, presenti da sempre grandi direttori d'orchestra, compositori e registi teatrali. Il Teatro Ventidio Basso è inserito in un circuito di collaborazioni importanti, sia con diversi teatri che festival culturali, nazionali e mondiali.

Teatro dell'Aquila - Fermo

Edificato a fino Settecento, il Teatro dell'Aquila sostituì quello ligneo che fu distrutto da un incendio. Il teatro ha una capienza di mille posti, grazie alla platea e ai centoventiquattro palchi disposti su cinque ordini. Un pregiatissimo sipario e un palco di trecentocinquanta metri quadrati si uniscono alla perfetta acustica. Nel 1997, dopo un restauro, la struttura è stata restituita agli antichi fasti.

Teatro Lauro Rossi - Macerata

Inaugurato nel 1774, il Teatro Lauro Rossi è il risultato di vicende storiche e diversi progetti architettonici maturati nel tempo. Nelle Marche rappresenta l'unica testimonianza di teatro all'italiana, con una sala che presenta un originale prospetto urbano seguendo l'idea della 'città nel teatro'. Il teatro viene intitolato al musicista maceratese, autore di diversi melodrammi, nel 1884 mentre nel secolo scorso, nel 1989, si è concluso un restauro che ha riportato la sala di 550 posti alle origini, senza le incrostazioni decorative .

Teatro della Fortuna - Fano (PU)

Nel 1988 il Teatro della Fortuna ha riaperto le sue porte dopo ben cinquantaquattro anni di chiusura forzata, dovuta ai gravi danni subiti durante la seconda guerra mondiale. Il teatro odierno ha sostituito altre strutture che nel tempo sono state abbattute, e la sua facciata è l'antico Palazzo del Podestà fondato nel 1299. Con il recente restauro sono stati introdotti anche nuovi impianti e attrezzature tecniche.