Slogan Viaggi Nelle Marche

Il museo è il luogo d'eccellenza per la raccolta di reperti, esempi e testimonianze di ciò che l'ingegno umano o la natura sono capaci di produrre. Arte, scienza, tecnica, cultura e tradizione sono protagonisti di esposizioni e mostre.

L'Italia è un Paese in cui non mancano grandi musei, grandi strutture e spazi immensi allestiti per ospitare questo genere di eventi o esposizioni permanenti. Le Marche, invece, spiccano per l'elevato numero di musei di piccole e medie dimensioni: sono circa quattrocento le strutture museali marchigiane, poche quelle effettivamente grandi.

Questa fitta realtà, disseminata nella regione racchiude un inestimabile tesoro di ricchezza culturale e di opere di primaria importanza storica. Rappresentano, soprattutto, una testimonianza forte del territorio e il fondamento della sua memoria collettiva. I musei nelle Marche costituiscono un sistema complesso e ramificato che, grazie anche ai potenzi mezzi delle tecnologie e di Internet, è stato catalogato e messo in rete, per offrire al pubblico ogni informazione utile a rendere migliore la sua visita ai musei.



Museo tattile statale Omero - Ancona

Il Museo Omero istituito nel 1993, rappresenta una proposta culturale diretta anche ai non vedenti. Voluto dal Comune su suggerimento dell'Unione Italiana Ciechi, dopo circa sei anni è divenuto museo statale. È l'unica realtà europea che permette di far conoscere l'arte attraverso l'esperienza tattile di alcune opere esposte: un'idea utile alla cultura per ipo e non vedenti, ma anche per bambini.
Diverse le sezioni e i servizi a disposizione: i modelli architettonici, il percorso cronologico sulla scultura, un sistema di walk assistant, tavole in rilievo e schede informative in nero e in Braille, una sala conferenza per video proiezioni, un laboratorio per attività didattiche. Da segnalare l'assenza di barriere architettoniche e l'accessibilità garantita anche ai portatori di handicap.

Pinacoteca Civica - Ascoli P.

Nel complesso di due palazzi medioevali che costituiscono il palazzo comunale di Ascoli Piceno, l'Arengo, si trova la Pinacoteca Civica. Sono diverse le tele pregiate esposte nel palazzo e di artisti noti anche al grande pubblico, non solo agli addetti del settore. Solo alcuni nomi: Crivelli, Tiziano, Guercino, Guido Reni e Annibale Carracci.
La Pinacoteca ospita anche tele importanti di autori del XIX secolo, sculture ed esempi di ceramica artistica tradizionale, insieme con alcuni strumenti musicali.

Cisterne Romane - Fermo

Risalenti all'età augustea, Le Cisterne sono un complesso architettonico e un'opera di ingegneria idraulica conservati perfettamente. Composte da trenta stanze comunicanti, erano deputate alla raccolta e alla distribuzione di acqua alla città e al porto. La caratteristica delle stanze è quella di essere disposte parallelamente su tre file e di avere l'apertura a botte.

Casa di Leopardi - Recanati (MC)

Giacomo Leopardi, scrittore e poeta conosciuto in tutto il mondo, rappresenta una pietra miliare nella letteratura italiana. A Recanati, dove si trova la sua casa natale, è possibile visitare le stanze che dove ha trascorso la sua vita e la biblioteca dove Leopardi studiava, che raccoglie più di ventimila volumi.

Galleria Nazionale delle Marche - Urbino

Nello splendido Palazzo Ducale di Urbino, si trova la Galleria Nazionale delle Marche. Gioiello architettonico, ormai simbolo del rinascimento nella terra di Montefeltro e patria di Raffaello, ospita importanti capolavori dell'arte di Piero della Francesca, Giusto di Gand, Paolo Uccello e dello stesso Raffaello.